Progetto Ricci

Nell’estate 2020, a seguito del recupero di una cucciolata, abbiamo dato il via ad un progetto specifico per i ricci.

Questi graziosi animaletti vengono messi in grossa difficoltà dai pesticidi usati nei campi e dall’intervento errato delle persone. Capita spesso di sentire racconti di chi, armato di buone intenzioni, cattura e sposta riccia e riccini dal giardino, nel bosco, sperando così di salvarli dai pericoli cittadini, ma di fatto condannandoli ad affrontare pericoli molto maggiori. Un riccio conosce molto bene il suo territorio, sa dove si trovano acqua/cibo/nascondigli, se lasciato in mezzo ad un bosco sconosciuto lo si mette in seria difficoltà e può anche accadere che la mamma, nel tentativo di sopravvivere in un ambiente a lei estraneo, abbandoni i piccoli.

Il recinto e le casette

All’interno della nostra Oasi felina abbiamo costruito un recinto di pre-libertà, un recinto di 8 mq costruito seguendo le indicazioni di un centro specializzato, dove i ricci possono soggiornare prima della liberazione. Con l’aiuto di un amico falegname abbiamo poi costruito tante casette apposta per loro, dove viene messo regolarmente cibo.
L’oasi è un luogo immerso nel verde adatto anche a questi piccoli animali selvatici, dove ci sono tanti cespugli in cui riparasi, casette calde per il letargo invernale, acqua e cibo a disposizione tutto l’anno. I ricci convivono pacificamente con i gatti e di notte non è raro vedere gatto e riccio che mangiano nella stessa ciotola.

Facebooktwitter